Michele IserniaMi chiamo Michele Isernia e a differenza di molti di voi io ho lasciato l’Italia 23 anni fa’, in anni che molti consideravano d’oro per l’Italia: oggi vivo a Boulder, in Colorado.

Non me ne sono andato perche’ dovevo o non avevo un lavoro, anzi…; me ne sono andato perché non vedevo l’ora e perché mi ero reso conto di vivere in un paese già’ morto da tempo.

Quello che si sta’ manifestando in maniera lampante negli ultimi anni e’ solo il frutto di qualcosa che sta’ al centro della mentalità’ italiana da decenni. Non so da quando, forse dagli anni 70-80.

Qualche giorno fa, ho letto un articolo di Ornitorinko e ho commentato. Per evitare di riscrivere tutto il post (di Antonio Siragusa) allego parte di quello che ho letto (in grassetto in basso). Non mi aspetto che molti di voi capiscano o apprezzino; spero solo che vi faccia pensare.