Eleonora PierroCerti dolori provocano rumori profondi, sconosciuti, che non tutti riescono a percepire. Come quello che fa l’anima quando cade, ti arriva alla gola, ti soffoca in silenzio, e nessuno se ne accorge.

Come la mia, quando non ha più retto, quando i colpi non le hanno dato scampo e si è lasciata andare. Mi chiamo Eleonora Pierro, ho 30 anni e sono di Salerno: ho chiuso la valigia, da un giorno all’altro, senza voltarmi neanche un istante, ed è stato un viaggio eterno, mentre quello che avevo lasciato indietro non voleva proprio rinunciare a far parte di me.

Chi pensa che andar via sia la strada più semplice allora non è mai andato via!