Jonathan PochiniMi chiamo Jonathan Pochini, ho 40 anni e sono di Carrara. Questa dovrebbe essere la mia storia e di come sono diventato nomade digitale.

E come ogni storia anche questa dovrebbe avere un inizio, uno svolgimento e una fine, in altre parole dovrebbe avere un percorso lineare.

Ma cari lettori, io non mi sento arrivato per niente alla “fine” di questa storia, di fatto io non mi sento proprio “arrivato” da nessuna parte.

E quindi preferisco dare alla mia storia un percorso un po’ circolare, un po’ a spirale: un inizio, un giro di volta, un nuovo inizio e così via.

 

Mi chiamo Jonathan Pochini e “sono” un nomade digitale. In realtà preferisco dire che “faccio” il nomade digitale o, meglio ancora, che al momento sto esplorando lo stile di vita nomade digitale.

Questo perché non mi piace l’idea di finire incastrato in una definizione e per quanto liberatoria possa essere quella del nomade digitale pur sempre una definizione è: crea delle aspettative, ti condiziona, ti limita.