Daniel Wendo“Gli viene in mente di partir lontano
si è un po stufato si è un po rotto diciamo
allora prende e va… vende tutto e va
qualcosa troverà diceva meglio di qua!”

Questo è l’inizio di una canzone, si chiama “Tototo” e chi l’ha scritta sono io, Daniele Miele, 25 anni, di Campomarino – in arte “Daniel Wendo”.

L’inizio di una canzone ma anche l’inizio di un sogno, di un’avventura, di una rivoluzione che abbraccia tutti gli ambiti dell’esistenza.

Questa canzone parla innanzituutto di una fuga, la mia fuga, della scoperta di un posto nuovo. Cosa mi ha spinto a “scappare” dall’Italia?

Ad un certo momento della mia esistenza è fiorita in me una specie di luce divina e provvidenziale che ha spazzato via tutte le paure, la paura di costruirmi un posto nella società, la paura di non riuscire a pagare l’affitto della casa a fine mese, di non poter metter la benzina alla macchina, di non poter sostenere le spese dell’ufficio… che mi ha come liberato.