Siamo Dana Donato, classe 1986 ed Elena Mazzeschi, classe 1985 entrambe Piemontesi della provincia di Torino. Dana lavora come User Experience Designer, si occupa di progettare interfacce digitali facili da usare per gli utenti che vi interagiranno. Elena, dopo una lunga e importante carriera come educatrice in associazione, ha intrapreso la strada della scrittura sia online che offline. Ci conosciamo dal 2008 ma per entrambe la passione del viaggio si è accesa poco prima dei 30 anni anche se in realtà, siamo convinte, la fiamma c’è sempre stata, dovevamo soltanto ravvivarla un po’ di più.

 

Entrambe viaggiatrici in solitaria, la storia del nostro progetto ha inizio nel 2015. Avevamo sempre più voglia di connetterci con altre donne con la nostra passione, cercavamo online e trovavamo molti blog, articoli e racconti con aneddoti sul viaggio in solitaria scritti da donne ma continuavamo a percepire una mancanza: non c’era una rete che unisse tutte queste donne, anche quelle che online non c’erano e quindi non si raccontavano.

 

Ad Agosto 2015 nasce così “Viaggio da sola perché”. Il primo tassello del progetto è il gruppo Facebook che, solo nei primi giorni, arriva a più di 100 iscritte, un numero che all’epoca ci sembrava un successo incredibile. Adesso, dopo quasi 2 anni, il gruppo conta più di 6000 iscritte.

 

Il secondo tassello che si è aggiunto è stato il sito con il relativo blog. All’interno del sito è spiegata la filosofia di Viaggio da sola perché. Dalla descrizione del progetto:

 

Viaggio da sola perché è un sito, network e blog di donne che viaggiano in solitaria ma che fanno rete tra loro.

Viaggiare da sole non significa essere sole ma, anzi, è un modo per entrare profondamente in contatto con se stesse e con gli altri.

 

Nel blog, oltre a scrivere di viaggi e dare consigli, sono ospitate le storie di tante donne viaggiatrici che hanno voluto spiegare le loro personali ragioni riguardo a questa scelta e ribadire l’idea che non ci sia nulla di strano o sospettoso in una donna che viaggia da sola.

 

Terzo tassello è il network: un contenitore di blog e progetti creati da viaggiatrici in solitaria che raccontano la loro esperienza online e vogliono far parte del progetto in modo più attivo. Alcune delle ragazze del network sono anche collaboratrici del progetto: adesso infatti il team conta 18 ragazze divise in 4 continenti diversi.

 

Tra gli obiettivi di Viaggio da sola perché c’è sempre stato quello di aiutare le donne che vogliono cominciare a viaggiare da sole dando consigli e supporto. Dal gruppo è emersa anche una grande voglia di viaggiare in modo low-cost e sociale. Per soddisfare questa voglia lo scorso gennaio abbiamo pubblicato un eBook dal titolo “Viaggio da sola in ostello perché…ovvero come sopravvivere al bagno in comune e altre storie”.

 

Viaggiare in ostello vuol dire viaggiare in modo sociale ma anche low-cost. Tenere un budget basso permette di viaggiare più volte nell’arco dell’anno, più a lungo e, talvolta, anche viaggiare meglio e a contatto con le persone del luogo. Per questo, da quando è nato Viaggio da sola perché, uno dei nostri obiettivi è stato dare alle donne che ci seguono un metodo per fare in modo che i loro viaggi durassero di più e, anche se fatti in solitaria, potessero lo stesso trovare la compagnia di altre viaggiatrici o di persone conosciute sul posto.

 

“Viaggio da sola in ostello perché…” è un eBook dedicato a tutte coloro le quali vogliono iniziare a viaggiare per ostelli ma che, per diversi motivi, non l’hanno ancora fatto. Al suo interno si trovano consigli su come scegliere l’ostello più adatto alle proprie esigenze e la camerata giusta. Vi raccontiamo come sono fatti gli ostelli, quali sono le aree di cui sono composti, come viverci in sicurezza e quali sono le norme di buona educazione per farsi adorare dallo staff e dagli altri ospiti! Oltre ai consigli pratici, abbiamo parlato anche del lato emotivo del viaggio in solitaria in ostello, parlando di solitudine ma anche di amicizia, di incontro con gli altri ospiti e di come affrontare eventuali momenti in cui si ha bisogno di aiuto o ci si sente poco bene.

 

Siamo molto contente di come procede il progetto Viaggio da Sola Perché e che sia sempre più seguito. Dobbiamo ringraziare soprattutto Il nostro team e il nostro gruppo, che sono fantastici e ci danno il supporto di cui abbiamo bisogno per raggiungere nuovi traguardi proprio nello spirito della rete su cui è stato costruito tutto quanto.

Un saluto che viaggia da sola perchè,

Dana&Elena

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!