rosanna-achille-2Quante vite ci sono nella vita di una persona? Ci sono alcune persone che vivono un’esistenza normale, il loro corso è regolare e segue dei percorsi già definiti. Altre vite invece no, seguono dei percorsi a volte difficili ed impossibili da definire, e tutti da scoprire. La mia vita è un po’ così daquando ho lasciato il mio lavoro ormai più di un anno e mezzo fa.

Nella mia vita ho cambiato pelle più volte, come se ogni volta rinascessi in una vita nuova, ma la rinascita più bella e più significativa è avvenuta quando ho lasciato l’Italia per andare in Australia.

E’ incredibile come può cambiare il corso della tua vita, a quante cose possono succedere in un anno, e per me è stato proprio così perchè quando sono arrivata a Sydney non avrei mai immaginato che mi sarei ritrovata a vivere un mese e mezzo in Giappone con un ragazzo giapponese o che avrei viaggiato così tanto. Ed invece quella che per me doveva essere un’esperienza di 4-5 mesi si è trasformata in un viaggio ed un’esperienza in giro per il mondo durata quasi un anno.

Sono ritornata ufficialmente in Italia da diversi mesi, ma mi sembrano un’infinità, doveva essere solo un periodo di passaggio, perchè poi mi sarei dovuta trasferire a Singapore, ma la vita è così, è imprevedibile, a volte in meglio, altre volte in peggio.

E’ difficile capire per le persone che non hanno vissuto esperienze ed emozioni simili quale profondo shock culturale si possa provare nel ritornare soprattutto se quei posti ti sono stati sempre stretti. Tutto di quella vita all’estero ti manca, il parlare in inglese prima di tutto, il non essere più circondato da persone provenienti da ogni parte del mondo, da non vedere più l’oceano, non vedere più i fiori tropicali, riniziare ad avere la paura di camminare la sera da sola. 

Ma la cosa più difficile è dover fare nuovamente i conti con quella mentalità dal quale finalmente era riuscita a liberarti.

La cosa più assurda è che i tuoi amici e parenti non ti comprendono, non possono e non riescono a farlo e così quel disagio lo prendono come una forma di snobismo. La realtà che conoscono loro è diversa dal mondo che hai conosciuto tu, dalle storie dei viaggiatori e delle persone che hai incontrato lungo la strada, ognuna con percorsi di vita diversi.

La frustazione più grande è che le persone a te più care non si rendono conto di quanto tu sia cambiata dentro, che non sei più la persona di prima anche se ora sei ritornata, che il mondo per te ora non ha più confini, non ti spaventa più come magari poteva succedere prima, l’idea di riniziare tutto da capo in un’altra città europea, ora sai che, se lo vuoi, sei in grado di farcela, di cavartela con le tue sole forze anche dall’altra parte del mondo.

Potete immaginare quanto sia difficile riprendere la propria vita con tutto questo caos in testa e questo turbinio di emozioni, no, non è affatto semplice. Ora, da quando sono ritornata ce l’ho messa tutta e così mi sono ritrovata a lavorare nuovamente a Milano, ma mi sono resa presto conto che proprio non ce la facevo a stare in ufficio se non per lavori che mi permettano anche di andare in giro.

Finalmente dopo una serie infinita di candidature sono riuscita a fare la mia prima esperienza come tour leader in Namibia per dei gruppi di italiani e così mi sono ritrovata a fare anche da interprete dall’italiano all’inglese e viceversa ed è proprio in queste occasioni che realizzo quanto i mesi passati in Australia ed in giro per il globo mi siano serviti per migliorare le mie conoscenze non solo linguistiche.

L’esperienza in Namibia è stata entusiasmante e spero di poterla replicare in altri angoli della terra. Ora come ora non so ancora quale sarà la mia prossima destinazione e se riuscirò a proseguire con questo lavoro, ma ho capito che tutte le cose accadono per una ragione, alcune sono subito comprensibili, altre volte ci vuole più tempo per coglierne il significato.

E allora, a tutti gli animali strani o a quelli che si sentono tali ma non hanno ancora cambiato la propria vita, dico, in ogni caso se ne avete la possibilità, fatelo, prendete in largo e non fatevi condizionare da quello che la gente vi dice, ma soprattutto dalle vostre paure, non sarà affatto facile ed a volte vi sembrerà di aver sbagliato tutto, ma vi basterà ripensare a quello che avete vissuto, alle persone che siete diventate per rasserenarvi ed andare avanti.

Cercate di seguire il vostro cuore ed i vostri sogni, perchè la vita è solo una. E, comunque vada, ne sarà valsa la pena perchè certe esperienze e certi ricordi non hanno prezzo!

Per quel che mi riguarda, al di là del lavoro e dei lavori che mi troverò a svolgere, continuerò a cercare la felicità, sì, proprio lei, perchè altrimenti che senso avrebbero le nostre vite?

Un saluto che non ha prezzo.

Rosanna

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!