don_quijote_baja_by_fgalve-d7a57y2Era il 17 gennaio 2013, faceva un caldo bestiale e a Melbourne (Australia), nasceva Ornitorinko. Proprio in questo modo ho voluto dare il mio piccolo, ma personalissimo contributo ad arginare l’ormai galoppante declino di un intero paese, quello italiano.

Beh, devo ammettere che da allora, in Italia, poco è cambiato. Oggi vivo felicemente in Oceania e con passione, impegno e un pizzico di pazzia, continuo a portare avanti questo progetto. Ad ogni modo, da viaggiatore, da emigrato, ma soprattutto da “animale strano”, credo che ogni sintomo di disfattismo, di rassegnazione al problema, del “cosa posso farci io?!”, sia puramente amorale, se non addirittura folle.

Chiaro! Probabilmente non sarò di certo io a risolvere i problemi dello stivale (direte voi), in un paese dove storicamente, misteriosi arcani, hanno dato vita ad una società ridicola e allo stesso tempo possibile.


In effetti, quella italiana (neanche a dirlo), si basa sui favoritismi, sul nepotismo, sugli amici degli amici. Frasi fatte forse, cose che si sanno già insomma, e la novità, qual è? Ok, ci arrivo…

Quello che oggi mi rincuora è vedere che in giro per il mondo, esiste tanta gente che la pensa esattemente come me. Io li chiamo “animali strani” e da quando Ornitorinko ha preso vita, gli ha saputo dar voce, rendendoli partecipi di un progetto che ha spesso incuriosito anche importanti media nazionali.

Mi chiedo spesso se torneremo mai ad essere l’Italia che c’era una volta? Torneremo mai a contraddistinguerci per la nostra cultura millenaria, il nostro buon gusto e la nostra grande tradizione?

Almeno qualcuno ne parla. Navigando in rete, ho trovato questo interessantissimo articolo di Maurizio Pittau intitolato “La generazione perduta dei nati in Italia negli anni ‘70 e ‘80”.

Lo trovo davvero coinvolgente e volevo condividerlo con voi. Credo che sia una radiografia di una generazione, la mia. Una generazione impotente e allo stesso tempo complice di un sistema che per molti aspetti “gli fa comodo”. Vi invito a leggerlo perchè offre un sacco di spunti interessanti su come effettivamente vanno le cose in Italia, un sacco di argomenti sui quali riflettere e discutere insieme. E il vostro punto di vista, qual è? Sono curioso di vedere i vostri commenti.

Dome Aiello

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!