Alessandra LorenziScommetto che vi starete chiedendo quale altra storia troverete oggi qui su Ornitorinko. Sicuramente avrete già letto svariate esperienze provenienti da diverse parti del mondo eppure, sono sicura, che una ambientata a Malta dove la protagonista è una blogger ancora vi è sfuggita. Allacciate le cinture: si parte!

Vi svelerò qualche dato personale, per presentarmi, un po’ perché darà più gusto alla mia storia. Mi chiamo Alessandra Lorenzi, mi occupo di Web Marketing, Blogging e da poco ho iniziato anche a sostenere dei corsi. Sí, con piacere, faccio l’insegnante. Ho raccolto tutte le mie informazioni qui . Fateci un giro… Potrebbe proprio piacervi.

Sono cresciuta in un paesino della provincia di Treviso, tra i vigneti del prosecco e la passione per il calcio.

Mi sono trasferita a Malta nell’aprile 2014. Che dire… consiglio a tutti un’esperienza all’estero poiché vi permette di crescere, maturare, imparare cose nuove e scoprire nuovi limiti. 


Consiglio Malta perché è a dir poco bellissima: è una piccola isola nel Mediterraneo, poco d’istante dall’Italia eppure con un carattere proprio.

Se ci andrete, non lasciatevi sfuggire nemmeno Gozo e Comino: sono le sorelline di Malta, posizionate a Nord, che possiedono un’infinità di capacità per potervi stregare. State attenti! :-)


Le persone che incontrerete per strada, saranno individui gentili e disponibili. Non dovrete temere nulla quando c’è un maltese nei paraggi! 😉

Alessandra Lorenzi non è solo una persona che ha preso un biglietto di sola andata e si è trasferita all’estero. C’è dell’altro. Ho delle passioni, dei sogni…. Ho una visione positiva e alternativa del futuro. Perché?


Perché credo nel potere di internet, per esempio. Ho 26 anni. La maggior parte dei miei coetanei sta utilizzando il web proprio in questo momento e sapete per cosa? Per postare uno stato su Facebook, un’immagine su Instagram o… Ah, scusate, non utilizzano Twitter. Purtroppo – e lo dico con il cuore – vedo sempre meno persone con ambizioni nella vita.

Quello che voglio dire è che non è importante avere, per esempio, un lavoro… ma avere quello dei propri sogni.

Spesso le persone dimenticano quanto sia importante vivere, vivere davvero. Si potrebbe accettare di svolgere un’occupazione che non piace per un tempo limitato: però datevi una scadenza! Promettetevi che presto vi sentirete realizzati, vi sentirete felici.

Io, tempo fa, ho deciso di fare questa scelta. Ricordo che mi sono fermata su una panchina e mi sono chiesta: “Ale, ma ti senti contenta?”. Non nego che la risposta non ha impiegato molto ad arrivare. No, non ero soddisfatta di me. Non ero un libro che avrei consigliato a qualcuno di leggere, però volevo diventarlo. E questo mi è bastato per darmi la spinta, per uscire di casa e fare un bel respiro profondo: si inizia a vivere.

Che cos’ho fatto? Ho aperto un blog. Mi è sempre piaciuto scrivere e condividere le mie conoscenze. Inoltre, desideravo un’occupazione che non mi impedisse di viaggiare. E ora, se mi siedo una panchina e mi chiedo “Ale, come ti senti?” rispondo “Felice” perché so chi sono e dove voglio andare.

Spesso ho scritto sul mio sito alcuni articoli volti alla crescita professionale e forse questa è una delle tematiche che più amo. Se vogliamo avere successo nella vita, dobbiamo partire da noi stessi, dal credere in ciò che siamo e a fidarci di quello che amiamo.

Alessandra Lorenzi è anche questo, ma non solo. Mi piace aiutare le persone indipendentemente che il movente sia lavorativo o meno. In passato ho regalato due biglietti per il concerto di Rihanna a Londra a una bambina malata di tumore e alla sua mamma. Nulla ti scalda il cuore come aiutare le persone. E poi… Chi fa del bene, riceve del bene.

Se dovessi dirvi che cosa vedo nel mio futuro vi risponderei due cose: Blog e Viaggiare. E onestamente non mi spaventa molto quello che verrà. Dobbiamo imparare a prendere la morte come valore di misura per la vita. Lo diceva sempre anche Steve Jobs.

Per questo dobbiamo vivere facendo ciò che amiamo ed essendo quello che abbiamo sempre sognato. Malta mi ha insegnato molto: quando lasciamo la nostra casa, i nostri affetti, per andare in un posto sconosciuto, automaticamente sappiamo che dovremo imparare a convivere con noi stessi. Impareremo a migliorarci, ad amarsi, a perdonare. Sarà il vostro punto di svolta. 


Cercate anche voi il vostro: guardatevi attorno e imparate la vostra lingua, iniziate a parlare con voi stessi. 


Un saluto che ha imparato da solo,

Alessandra

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!