Daniel Wendo“Gli viene in mente di partir lontano
si è un po stufato si è un po rotto diciamo
allora prende e va… vende tutto e va
qualcosa troverà diceva meglio di qua!”

Questo è l’inizio di una canzone, si chiama “Tototo” e chi l’ha scritta sono io, Daniele Miele, 25 anni, di Campomarino – in arte “Daniel Wendo”.

L’inizio di una canzone ma anche l’inizio di un sogno, di un’avventura, di una rivoluzione che abbraccia tutti gli ambiti dell’esistenza.

Questa canzone parla innanzituutto di una fuga, la mia fuga, della scoperta di un posto nuovo. Cosa mi ha spinto a “scappare” dall’Italia?

Ad un certo momento della mia esistenza è fiorita in me una specie di luce divina e provvidenziale che ha spazzato via tutte le paure, la paura di costruirmi un posto nella società, la paura di non riuscire a pagare l’affitto della casa a fine mese, di non poter metter la benzina alla macchina, di non poter sostenere le spese dell’ufficio… che mi ha come liberato.

Avevo la mia agenzia immobiliare, una ragazza con cui convivevo, il cane , una macchina nuova, lo smartphone, la mia bella televisione, una vacanza ogni tanto, bei vestiti. Credevo che la vita fosse piu o meno una questione di soldi, e il giorno mi preoccupavo  del modo per farli e di notte come spenderli. Dovevo mantenere l’ufficio, la casa, la macchina, le bollette, la spesa e in più ero sempre alla ricerca di qualcosa da comprare, credevo che la felicità e la serenità si potessero in qualche modo acquistare.

Avrei continuato cosi ad oltranza se improvvisamente la monotonia della mia vita non fosse stata interrotta da una luce divina, un forza interiore che illumina i miei occhi e fa esplodere in me un entusiasmo , un coraggio e una felicità che sembra non poter più combaciare con la vita che fino allora avevo vissuto. Infatti fu talmente violento questo cambiamento, fu cosi “illuminante” che pensando alla vita che stavo facendo ridevo…!

Ho riscoperto la bellezza della natura, la semplicità, correre, sognare, immaginare! E’ cosi cercavo un posto in cui coltivarle tutte queste cose belle perchè ero tornato improvvisamente ad essere felice, ma il posto in cui ero e le persone che mi circondavano sembravano essermi avverse.

Allora cosa ho fatto? Ho venduto le poche cose che avevo, la macchina, lo smartphone, un computer, una tv e sono partito per il Costa Rica.
Ero affascinato dal loro stile di vita “puro” “rilassato”  liberi dai pregiudizi e le ambizioni perverse che hanno fatto  ammalare la nostra società.

Com’è stato il viaggio li? Ve lo descrivo con “Tototo”:

Bello e catastrofico. Nel senso che sono partito da solo con il mio cane, ho fatto il biglietto pochi giorni prima di partire, ho prenotato un posto per dormire all’aeroporto poco prima di prendere il volo.

E’ stato un viaggio completamente all’avventura! Anche se ho fatto subito conoscenze, una ragazza costaricana sull’autobus per andare dalla capitale San Josè al mare di Tamarindo mi ha accolto e fatto sentire a casa, poi con i passaggi in autostop ho conosciuto altri amici che ho addirittura ospitato dove ho alloggiato, insomma non mi sono sentito solo, e poi c’era il cane!

In Costa Rica ho imparato che un posto è lontano solo prima di arrivare. Che non saremo soli in nessuna parte del mondo, che è bello viaggiare all’avventura senza prenotare ogni cosa e non sapere cosa ti aspetta, che esiste una cultura di vita diversa dalla nostra che funziona di più con la semplicità di un “pURA VIDA” della serie stai tranquillo, oggi siamo vivi domani non si sa, rilassati.

Quali sono i miei sogni adesso? “gli viene in mente…di partir lontano” è solo l’inizio di una canzone che fa parte di un’intero disco che ho pubblicato “Chi è che mi disturba? “. Ho scoperto di avere la vocazione di scrivere e cantare, mi fa sentire libero di esprimermi, con la musica ho recuperato in qualche modo la mia vera essenza. Sto inoltre creando insieme a degli informatici  un sito internet che invoglierà le persone a partire, fare esperienze di viaggio con persone diverse…è un progetto particolarissimo di cui sentirete  parlare presto!

Questo cambiamento di vita non è dipeso tutto da me. No. In tutto questo percorso di riscoperta di mè stesso ho scoperto sopratutto l’esistenza di DIo.

Prima di partire per il Costa Rica, cercavo una spiegazione a quel momento di “follia” che mi ha dato tanta forza ed entusiasmo per riconsiderare tutto quello che stavo inseguendo fino a quel momento.

Una mattina, era l’8 marzo 2014 ore 11.15,  mi sveglia  una sorta di forza d’amore che sento bruciarmi nel petto e mi crea brividi dappertutto, surreali, mi commuove. Ho avuto la certezza che quello fosse Dio. Di li ho aperto il Vangelo, dopo 20 anni passati a credere fossero storielle per anziani.
La mia è stata una rinascita in Cristo.

Vi starete chiedendo se io sia pazzo!? Certo, un po lo sono! Lascio comunque rispondere San Paolo: “La parola della croce infatti è stoltezza per quelli che si perdono, ma per quelli che si salvano, ossia per noi, è potenza di Dio”

Quindi, alzate gli occhi al cielo perchè c’è qualcuno che veramente ci guarda e sa cosa è giusto per noi, se chiediamo  una nuova strada ce la concederà e su quella strada c’è davvero da sudare e  divertirsi. Mettersi in gioco, rinnegare un po tutto quello che si pensa di essere e/o di avere, ricominciare da capo, tabula rasa, una nuova vita! SI può, è possibile… è il Vangelo!

Il mio sogno adesso è condividere questo sogno suonarlo in giro per le più belle città d’Italia (Roma, Napoli, Palermo, Pisa,Milano, Bologna, Venezia, Firenze)…. Per fare questo ho bisogno di acquistare un camper usato… quindi del vostro aiuto: ho lanciato una campagna di crowdfunding per l’acquisto di un camper usato.

Vivrò per un po’ dei ricavi derivanti dalle vendite del mio cd e delle libere offerte del pubblico delle piazze, delle strade. Partirò con il mio cane Slevin e un mio amico artista, polistrumentista che si è occupato di tutti gli arrangiamenti dell’album!

Potrete seguire il mio viaggio anche sul mio profilo facebook.

Grazie di cuore a chiunque deciderà di partecipare con un sostegno a questa folle idea piena d’amore e di speranza… con uno sguardo al Cielo… fonte viva di questa avventura…!

Un saluto ToToto,

Daniel

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!