Francesca MuratoreMi chiamo Francesca Muratore, ho 32 anni e sono di Savona.

La mia passione per i viaggi nasce quando, ancora bambina, i miei mi portarono a Siena. Ricordo che correvo, insieme a mio fratello in piazza del Campo, con la bandiera della Contrada dell’Unicorno in mano. Perché la Contrada dell’Unicorno vi chiederete? Perché sono sempre stata una sognatrice ad occhi aperti e l’unicorno é uno degli animali appartenenti al mito e alla magia.

Perfino a scuola non riuscivo a stare molto attenta, mi perdevo volgendo lo sguardo alla finestra, mia madre diceva di me “Guarda l’uccello Lira”. Espressione da lei coniata, per giustificare la mia distrazione, dovuta ai miei pensieri vagabondi.

I viaggi sono sempre stati il motore della mia vita. Dopo la laurea ho deciso che volevo fare un’esperienza al di fuori della mia cittá. Da lí ho iniziato a cambiare casa, luogo e stile di vita.

Nel 2011 mi sono sposata. Insieme a mio marito abbiamo iniziato una vita errante, alla ricerca di quella felicitá, che l’Italia lentamente ci stava togliendo. Finché un giorno, a Giugno 2013, svuotati dalle delusioni ricevute dal “Bel Paese”, abbiamo riempito la nostra monovolume di tutto quello che poteva contenere e siamo partiti. Destinazione Glasgow, Scozia.

Siamo partiti senza contatti di lavoro, non conoscevamo nessuno. Abbiamo iniziato letteralmente da zero. E’ molto difficile costruirsi una vita dal niente, circondati solo da sé stessi, contando solo sulle proprie forze.

Attualmete non sono ancora riuscita a impiegare la mia laurea in Tecniche Ortopediche, la burocrazia in UK é molto ferrea. Quindi prima di rilasciare, anche un’iscrizione all’albo dell’HCPC (Health and Care Professions Council) temporanea, richiedono molti documenti e verificano le fonti. Per questo l’Italia non aiuta, i nostri enti non sono molto veloci. Per l’iscrizione temporanea io ho atteso 9 mesi (mi é arrivata il 30 aprile 2014) e attualmente sono in procinto d’inoltrare la richiesta per un’iscrizione definitiva.

Nel frattempo sia mio marito, che io, siamo riusciti a trovare un lavoro a tempo indeterminato, come impiegati. Ci siamo sistemati in un appartamento a Gourock, che si affaccia sul mare, con un piccolo giardino per i nostri 2 cani carlini, compagni di viaggio da sempre!

A ottobre 2013, avendo una passione per la scrittura e sentendo il bisogno di condividere le mie esperienze, ho dato vita a “Un Ponte per Caledonia“: ogni giorno ricevo messaggi, e nel mio piccolo, cerco di aiutare e  consigliare chi sta per intraprendere un viaggio di piacere in Scozia, o chi magari, vuole trasferirsi qui per ricominciare una vita, come abbiamo fatto noi.

Perché la Scozia? I perché ormai non si contano piú! E’ un paese splendido, ricco di paesaggi da fiaba, di tradizione e magia, castelli, verde e di spazi sconfinati.
Ogni tanto con mio marito imbocchiamo strade mai percorse, senza cartina e attraversiamo spazi incontaminati, dove il cielo si specchia nei laghi e la natura si mostra in tutta la sua bellezza incontrastata. Ti fa sentire libero e ti fa dimenticare tutti i problemi, ridandoti la forza di una terra selvaggia, e la delicata semplicitá di un fiore che sboccia.

Gli Scozzesi, inoltre, sono persone accoglienti, gentili, simpatiche, aperte e alla mano.
Ormai la Scozia mi e entrata nel cuore!
Vivere in un’altra nazione é un’esperienza incredibile, ma soprattutto mi ha ridato la voglia di sognare, che avevo perso negli ultimi anni trascorsi in Italia, dove, ho collezionato molte delusioni.

Oggi la nostra casa é qui in Scozia, questo é ció che sento profondamente nel mio cuore, difficile spiegarlo, si può solo viverlo.

Un saluto scozzese,

Francesca

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!