Dario GrassoMi chiamo Dario Grasso ho 25 anni, sono siciliano ma vivo in Toscana. Sin da piccolo ho un’innata passione per l’arte che fino ad oggi non mi abbandona, in quanto frequento l’ultimo anno di Accademia di Belle Arti a Firenze. Sono in procinto di conseguire l’attestato in pittura, nel corso di “Linguaggi Espressivi e Multimediali”. Sono contentissimo della mia scelta, sono convinto che ognuno debba seguire la propria passione, ma non nascondo la mia preoccupazione per il futuro ed e’ per questo che scrivo a Ornitorinko

…a Marzo 2014, infatti, terminero’ gli studi, e dopo?

A darmi coraggio, da sempre, mia madre. A 9 anni inizio a dipingere. A 13 la mia prima mostra. A 16 vendo un quadro a Sgarbi. Oggi, continuo la mia ricerca artistica personale, cercando di creare un mio linguaggio espressivo e universale.

Mi chiedo spesso se riusciro’ in questa impresa, ma soprattutto se riusciro’ a stare in Italia una volta conseguito il mio traguardo. Sto gia’ pensando alle mie probabili destinazioni. Londra o Berlino sembrano le piu’ plausibili..

..E invece no!

..voci di corridoio mi sconfortano in quanto, Londra e’ carissima e nella piu’ economica Berlino, il mercato sembra saturo.

Al momento, continuo a dipingere, con la stessa fiducia di sempre. Vengo contattato di recente per realizzare un progetto denominato “housepainting”: si tratta di dare vita e colore, attraverso la mia arte, a un mercato abbandonato in Sicilia. Aspetto speranzoso il via ai lavori, ma come al solito, resta l’incognita monetaria.

Amo il mio paese ma sento che viviamo in un contesto dove l’arte non viene valorizzata abbastanza. Alcune statistiche indicano che, in Italia, i fondi destinati alla cultura si riducono del 40% negli ultimi dieci anni.

Mi trovo di fronte a un dubbio, che ultimamente sembra non essere soltanto il mio: restare o espatriare? Cari lettori, immaginatevi per un attimo di essere nella mia situazione, che cosa fareste al mio posto?

Un saluto utopico,

Dario

Segui le orme di Ornitroinko anche su facebook!