GollumProbabilmente, molti di voi si staranno chiedendo che fine hanno fatto quei due “animali strani” in Nuova Zelanda!

Bene! Se la probabilita’ coincide con la vostra curiosita’, allora, possiamo dirvi che siamo a Wellington! Dopo 9 giorni a Sydney, tra un’ustione di decimo grado a Bondi Beach (la protezione 30 non ha funzionato) e qualche avvistamento live di Ornitorinki sulle Blue Mountains, finalmente ci siamo!
Volo NZ846 in partenza dal gate 29 da Kingford Smith Airport, l’adrenalina sale sempre piu’: i nostri bagagli sono un po’ in eccesso! Partire con 23Kg di bagaglio a testa dall’altra parte del mondo sembra quasi una missione impossibile.. Tutto va liscio!

Finalmente si parte! Noi Zelandiamo! E’ ufficiale!

Un volo Air Nez Zealand, della durata di 3 ore e 15 minuti, inizia con un video sulla sicurezza nel decollo del tutto originale:

Li riconoscete? Eh gia’! Sembrano proprio i personaggi de “Il Signore degli Anelli”, la celebre trilogia girata in terra Kiwi, per l’appunto! Anche i baffi della hostess che ci serve il pranzo sembrano originali, che ci ingozza tra una caramella brandizzata e un modulo da compilare obbligatoriamente e che ci fa dichiarare  di non importare in NZ: armi, munizioni, frutta, scarpe sportive che sono state usate all’aperto negli ultimi 30 gg precedenti, farmaci, steroidi, legno di nessun tipo, pubblicazioni indecenti. Per gli amanti di Airport Security, ebbene si: una banana di troppo potrebbe costarci 400 dollari di multa, tutto vero!

Ed eccola li, la vediamo dall’oblo’! Siamo in arrivo nella “Windy Welly” (Ventosa Wellington), in uno degli aeroporti piu’ difficili all’atterraggio al mondo (viste le frequentissime correnti che spesso rendono difficoltosa tale operazione). Tutto va bene. Arriviamo sani e salvi fino al nastro bagagli ma dopo un’ora di attesa ci rendiamo conto che qualcosa non quadra… La valigia di Anto non arriva e all’ufficio a terra di Air New Zealand, ci dicono che il bagaglio risulta smarrito! Anto ha in cambio uno stupendo beauty case, con tutto l’occorrente del piccolo barbone!

Raggiungiamo Brooklyn, la nostra stanza da 300 dollari a settimana (trovata su airbnb.com) si trova proprio li. Non siamo preoccupati per la valigia! Sappiamo che da queste parti le cose funzionano e, prontamente, arriva una telefonata che ci assicura: il bagaglio smarrito ci viene consegnato a domicilio qualche ora piu’ tardi!

Finalmente Anto ritrova il suo Tessssoro!

E poi.. il resto della storia ve lo raccontiamo la prossima volta!

Un saluto che Noi Zelandiamo!

Dome & Anto

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!