Aimee McBrideTutti scappano! Da qui se ne vanno tutti! Sembra una canzone di Caparezza..

..E invece no!

Una triste realta’ conferma che i giovani italiani preferiscono mete lontane, porti sereni dove far crescere i propri sogni, le proprie aspirazioni. Un esempio su tutti? L’Australia! E non ci vuole un genio della statistica per capire che proprio quella e’ tra le mete piu’ ambite dalle nuove generazioni.

Se l’Australia oggigiorno sembra la terra promessa, beh, si trova in giro qualche “animale strano” che ragiona al contrario: Aimee McBride, 27 anni, australiana di Sydney decide di vivere in Italia, mentre molti suoi coetanei “overseas” tentano fortuna a casa sua. E’ curioso capire il perche’ di questa scelta e vedere, attraverso gli occhi di chi fa un’esperienza all’incontrario, il proprio punto di vista. Aimee a Ornitorinko si racconta cosi’:

Perche’ hai scelto l’Italia?
A dire il vero, all’inizio ho cercato lavoro in Spagna (dove avevo studiato qualche anno fa). Poi, un amico mi suggerisce l’Italia: faccio un corso per insegnare inglese, male che vada faccio un’esperienza dico tra me e me. Ho deciso di lasciare l’Australia perche’ non mi piaceva il mio lavoro di giornalista/copywriter: era molto difficile, nonostante varie pubblicazioni, il mercato a Sydney sembrava saturo.

Perche’ Firenze? Sei arrivata da sola qui?
Meglio una citta’ piccola per iniziare. Si, non conoscevo nessuno.

E’ difficile imparare l’italiano?
E’ difficile ma miglioro giorno dopo giorno. Per cultura, noto che gli italiani correggono gli sbagli e questo spesso fa paura. Da noi non e’ cosi, ma ero gia’ abituata dall’esperienza spagnola.

Quale tipo di visto ti consente la tua permanenza qui?
Mio papa’ e’ irlandese, quando entro in Europa lo faccio  senza problemi.

Di cosa ti occupi? Riesci a mantenerti qui?
Lavoro nel digital marketing. Qui pero’ ho iniziato con l’insegnamento dell’inglese e con un  progetto web per la Regione Toscana. Ora mi guadagno da vivere come freelance per diversi progetti. Si, riesco a mantenermi, ma non riesco a mettere da parte molto.

Hai mai vissuto un’esperienza nella quale hanno cercato di raggirarti in quanto straniera?
Si, ma se vado con gli italiani risparmio sempre! 😀

Quali sono le differenze principali che trovi con l’Australia?
Il clima: qui fa freddo. E’ difficile vivere in un posto dove fa freddo! In Italia il lavoro e’ un po’ disorganizzato: sono bravi ma c’e’ un sacco di perdita di tempo.

Cosa ti manca dell’Australia?
La spiaggia, la cultura alternativa e del surf (qui e’ molto piu’ classica). Ho l’impressione che la gente in Italia ti aiuta ma vuole sempre qualcosa in cambio.

Qual e’ il tuo cibo preferito?
A me piace tutto, mangio troppo! Questa settimana il mio cibo preferito e’ la crostata! A colazione qui, mangiano tutti le cose dolci, perfetto!

Quali differenze noti a livello di societa’?
Lavoro nel web marketing, per quanto riguarda la mia esperienza, posso dire che mangio insieme ai miei capi e posso dire la mia, questo e’ fantastico!

Qual e’ la tradizione dell’Italia che ti piace di piu’?
La vacanza per un mese! Agosto e’ fantastico.

E la cosa peggiore?
Quando conosco i ragazzi giovani con una mentalita’ vecchia!

Vivresti per sempre in Italia se ne avessi la possibilita’?
Temporaneamente e’ ok, so che tutti dicono che non c’e’ cultura dalle mie parti, ma la cultura e’ moderna e penso di tornare li. Credo che in Italia non c’e’ futuro per vivere.

Cresceresti qui i tuoi figli?
La famiglia italiana e’ un po’ tradizionale secondo me, quindi, non credo proprio! Non penso di essere adatta a tutto cio’… In Australia si cerca di passare tanto tempo con i figli; in Italia, a parer mio, ci sono un sacco di attivita’ organizzate per i bambini, sembra quasi che a volte, non si voglia stare troppo con loro.

Hai avuto a che fare con la burocrazia italiana?
Si, a quanto pare qui basta conoscere le persone giuste. In Australia questo fenomeno esiste anche, ma non e’ palese come qui in italia.

Un saluto che trova le differenze,

Aimee

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!