Tina De RaffaeleCrotone, Calabria, da sempre terra di emigranti. Chi decide di restare, si trova a fare i conti con le problematiche che il Mezzogiorno riserva. Il tempo passa, la situazione peggiora: oggi a Crotone, la gente si ammala di tumore.

In un’Italia dove tutto sembra fermo, dove in tanti scappano, c’e’ qualcuno che trova il coraggio e la forza di reagire: si scatena un vero e proprio fenomeno sociale che “contagia” una citta’ intera. E’ la storia di Tina, che a Ornitorinko, si racconta cosi’:

Mi chiamo Tina De Raffaele, ho 47 anni sono di Crotone e sono affetta da carcinoma. L’ho scoperto i primi d’aprile! Faccio chemio ed ho un iter ancora molto lungo. Quando ti trovi nella mia condizione, nonostante la vicinanza di chi ti ama e ti vuole bene (ho una famiglia meravigliosa e degli amici fantastici) comunque ti senti sola e… DIVERSA!!!!!

Diversa da chi sta bene, ti guardi intorno e ti chiedi : ma perchè a me? Poi per forza di cose devi frequentari ospedali oncologici e li la realtà cambia, cominci a star bene perchè “GLI ALTRI Lì” SONO COME TE, e non ti chiedi piu’, perchè io? Ma rifeltti e pensi, quando vedi 9 piani di reparti oncologici e vedi sopratutto i pediatrici “MA DI CHE MI LAMENTO?

Il mio progetto nasce per caso, in una serata triste ho spulciato dal mio profilo personale una pagina “Ci mettiamo la faccia, una pagina campana, (stesse problematiche nella terra dei fuochi). Mi è piaciuta ed ho chiesto a Davide (mio figlio) di aiutarmi a crearne una simile.

Da subito si è sollevato il problema inquinamento e la cosa è andata praticamernte avanti da sola.

Abbiamo (dico cosi perchè ormai la pagina è di tutti) messo lo striscione allo stadio, poi c’è stato un incontro e, devo dire che i ragazzi per la seconda volta mi hanno stupita ancora di piu’: la prima volta quando hanno fatto loro il problema “cancro” e la seconda, quando hanno proposto idee semplici ma fatte davvero col cuore.

Loro sono il motore di questa citta’! Questi ragazzi, li abbiamo sempre additati come persone vuote senza ideali ed invece ci stanno dimostrando che sono pieni di valori, solo che noi (e parlo della mia generazione) dovevamo adattarci a loro, con il loro linguaggio e con i loro social network, ed ecco il risultato!

Un saluto che ci mette la faccia!

Tina

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!